Ti trovi in: Giornale on line 2013

Emergenza calore

Predisposto dall'assessore Pigazzani il piano d’interven­to per fronteggiare le eventuali emergenze socio-sanitarie e mitigare l’impatto del calore su anziani e fasce deboli e a rischio della popolazione


In previsione della prima ondata di caldo estivo, l’assessore ai Servizi Sociali Giorgio Pigazzani, in collaborazione con Prote­zione Civile, Pubblica Assi­stenza e ASP (Azienda Servizi alla Persona) - enti che l’assessore ringrazia assieme agli uffici comunali per la preziosa e fattiva collaborazione - ha immediatamente predisposto il piano d’interven­to per fronteggiare le eventuali emergenze socio-sanitarie e mitigare l’impatto del calore su anziani e fasce deboli e a rischio della popolazione.

In caso di emergenza socio-assistenziale i punti di riferimento sono l’Ufficio Servizi Sociali, la Casa Protetta, il Centro Diurno Comunale.

Per le emergenze sanitarie, punto di riferimento prioritario è la Pubblica Assistenza con il servizio di guardia medica. Nell’ambito dell’emergenza­ calore gli operatori della Pubblica Assistenza sono in contatto con i Servizi sociali e Socio Assistenziali.

L’Ufficio Servizi Sociali è già attivo nella gestione d’in­terventi in situazioni di criticità per gli anziani nelle giornate di particolare caldo e afa, mentre in caso di necessità, Casa Protetta e Centro Diurno anziani garantiscono, secondo la disponibilità di posti, accoglienza diurna e notturna a persone con particolari esigenze di assistenza. Le chiamate di cittadini in difficoltà alla Casa Protetta e al Centro Diurno sono trasferite all’Ufficio Servizi Sociali e all’assistente sociale anche al di fuori dell’orario di servizio attraverso la reperibilità telefonica.

Infine, in raccordo con le istituzioni, in caso di ma­cro-emergenze legate al troppo caldo, anche la Protezione Civile sarà di suppor­to.

Questi i numeri di telefono cui rivolgersi in caso di emergenze:

Pubblica Assistenza: 0524.581102 (24 ore su 24);
Servizi Sociali: 0524.580311 – 303 (da lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.30).
Al
 sabato e alla domenica, dalle ore 7 alle ore 21, è possibile contattare il: 347.1934681;
Casa Protetta: 0524.573906 nelle ore diurne e notturne.
 
 
19.06.13

Condividi su...

Proprietà dell'articolo